5 domande a Chiara Dattola


Parte oggi una serie di microinterviste a piccoli e grandi illustratori. Saranno tutte brevissime, come nello stile di questo blog. Cominciamo con Chiara Dattola, di Varese, classe 1978.

Quando è iniziata la tua attività di illustratrice?
Ho cominciato a lavorare circa dieci anni fa. E ho cominciato avendo il privilegio di illustrare tre libri per la casa editrice Archinto che, collaborando con il Teatro Alla Scala di Milano, ha realizzato una collana di libri per bambini ispirati ad alcune importanti opere liriche.

Chi sono i tuoi illustratori preferiti?
Mi piace molto Paul Cox. Non solo per il suo universo grafico ma anche per il suo modo di porsi coi bambini. Ma ci sono poi tanti  altri disegnatori che mi piacciono, chi per una cosa chi per un’altra. Amo Charley Harper, José Munoz, Beatrice Alemagna, Francesca Ghermandi, Carl Cneut, Kitty Crowther… Amo molto essere colta di sorpresa: mi capita di guardare un libro perchè mi affascina graficamente, ma mi rendo conto che ciò che mi attrae davvero è la ricerca personale che gli autori compiono, scrittore e illustratore,  e di cui vogliono render parte il loro lettore, adulto o piccino che sia, e come lo rendono partecipe. Mi piace cercare di scoprire “i sotterfugi” che usano gli autori per tenere il lettore con sè.

Qual è la storia che vorresti tanto illustrare?
Sto rileggendo “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee. Mi piacerebbe illustrarlo.

Cosa consigli a chi vuole diventare illustratore?
A chi vuole diventare illustratore consiglio di chiedersene il perchè. Perchè vuole intraprendere proprio la carriera dell’illustratore. E di chiederselo spesso. E poi chiederselo di nuovo. Chiederselo sempre e non scordarsi mai delle risposte che ci si è dati.

A cosa stai lavorando in questo momento?
Sto lavorando ad un libro per la casa editrice coreana Yeowon Media, poi è in uscita “Giovan Battista!”  un volumetto scritto e illustrato da me e edito dal comune di Laveno (Va), sulla storia dell’artista appartenente alla “corrente artistica”dell’ art brut Giovanni Battista Podestà, che sarà protagonista di una mostra itinerante per le biblioteche del sistema bibliotecario dei Laghi della provincia di Varese e di una serie di laboratori per bambini. Inoltre lavoro continuativamente per il Corriere della Sera e Internazionale.

sito: http://www.chiaradattola.com
blog: http://dattola.blogspot.com

Related Posts with Thumbnails

2 thoughts on “5 domande a Chiara Dattola

  1. mi ha attratto un sentimento di incanto presente nell’illustrazione in: Internazionale n.1139, espresso in figurine pur così stilizzate e schematiche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*