5 domande a Giusy Capizzi


Giusy Capizzi

Riuscite a immaginarvi la vita di una mamma con 2 orsi dentro casa che fa anche l’illustratrice? Tornano le microinterviste di Centostorie agli illustratori italiani, e oggi intervistiamo Giusy Capizzi. Nata a Roma, ma siciliana d’elezione ha pubblicato con Lapis, La Coccinella, Fetrinelli, Mondadori. Ha iniziato a illustrare per raccontare storie al suo orsacchiotto (leggi: figlio) e ha inventato un tratto che vi risulterà subito familiare.

Quando è iniziata la tua attività di illustratrice?
Otto anni fa, dopo la nascita di mio figlio. Sono stata travolta dalla voglia di raccontargli storie disegnate da me (delirio di onnipotenza?!) Da quel giorno non ho più smesso e lui oggi è un vorace consumatore di libri.

Chi sono i tuoi illustratori preferiti?
Anna Laura Cantone, Antonio Vincenti, Lucia Serrano, Maria Sole Macchia, Dave McKean, Guido Scarabottolo… ma quanti ne posso dire??

Qual è la storia che vorresti tanto illustrare?
La storia di un insetto che vive indisturbato in una lampada di terracotta sul bancone di un bar. (Mi è capitato di notarlo proprio qualche giorno fa nel bar dove faccio sempre colazione…ho pensato subito che lì c’era tutta una storia che poteva venir fuori!.. dite che avrei dovuto chiamare l’ufficio d’igiene?).

Cosa consigli a chi vuole diventare illustratore?
Di armarsi di pazienza, coraggio, umiltà e all’occorrenza di una gran faccia di bronzo!

A cosa stai lavorando in questo momento?
Da qualche mese ho messo da parte le mie matite per imbracciare quelle di due illustri amici-colleghi coi quali sto collaborando come colorist, ma l’ultimo libro illustrato è uscito giusto un paio di mesi fa: Ferruccio e l’arrembaggio, edito da Bacchilega Junior.

sito: http://giusycapizzi.blogspot.com/

Giusy Capizzi

Giusy Capizzi

Giusy Capizzi

Giusy Capizzi

Related Posts with Thumbnails

One thought on “5 domande a Giusy Capizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*