valentina muzzi

5 domande a Valentina Muzzi


valentina muzzi

Di lei abbiamo già parlato per due recenti libricini della Sinnos (uno e due). Ha studiato alle scuole di illustrazione di Milano, Sarmede e Macerata e con il tempo ha fatto del collage il tratto distintivo del suo stile. Ha due gatti, Poirot e Closeau, e definirla solo illustratrice e davvero riduttivo, visto che è anche autrice delle storie che illustra. Madame et messieurs, oggi microintervista a Valentina Muzzi.

Quando è iniziata la tua attività di illustratrice?
La mia attività ufficiale nasce circa quattro anni fa, quando ho cominciato a partecipare a concorsi e a proporre i miei progetti. In realtà l’illustrazione è stato per me da sempre un mezzo cominicativo, non ricordo un periodo della mia vita in cui non abbia avuto attorno a me colori, carte e idee.

Chi sono i tuoi illustratori preferiti?
Potrei fare un lungo elenco e sicuramente farei torto a qualcuno dimenticandolo. Posso dire che in linea di massima preferisco le illustratrici agli illustratori, trovo in loro una sensibilità e una profondità maggiori, con tutte le dovute eccezioni del caso. Per citare qualcuno a tutti i costi, direi che per me un vero mostro sacro è Kveta Pacovska che però mi pare riduttivo definire illustratrice.

Qual è la storia che vorresti tanto illustrare?
La prossima che scriverò. Per ora ho illustrato solo testi miei e mi piace, non escludo che in futuro possa fare anche altro, ma far crescere testo e immagini di una storia è una vera magia, che sorprende anche l’autrice!

Cosa consigli a chi vuole diventare illustratore?
Oh mamma, non credo di avere delle perle di saggezza! Ogni illustratore ha il proprio percorso formativo e personale, ma quando si arriva al dunque si sbatte con la realtà e si scopre che l’idea “romantica” di essere illustratore non esiste e che bisogna essere degli ottimi manager di se stessi, oltre che avere talento, pazienza e tenacia. Credo che l’unico vero consiglio sia di non pensare mai di essere diventato illustratore!

A cosa stai lavorando in questo momento?
Sto lavorando a due nuovi libri per bambini, ma sono scaramantica e non dico di più, anche perchè siccome sono schizofrenica i progetti sono molti più di due!

sito: www.valentinamuzzi.it

valentina muzzi

valentina muzzi

valentina muzzi

Related Posts with Thumbnails

6 thoughts on “5 domande a Valentina Muzzi

  1. I due libri dell’autrice sono davvero molto carini, i miei bimbi li adorano, e io con loro! Mi sembra interessante anche la persona… Complimenti!

  2. anche io che ora ho 12 anni, o quasi… sono impazzita per i due libri di valentina!!!
    mi piacciono tantissimo, e tutte le persone a cui li ho consigliati mi hanno detto che sono libri stupendo, dagli amici, ai coetanei, al professore di psicologia che li comprerà per le sue bimbe

  3. Valentina Muzi conosce il linguaggio dei bambini, quello fatto di colori, forme e semplicitá. Le sue storie sono caratterizzate da un umorismo sottile e delicato. I suoi libri sono inoltre spunto per laboratori didattico-creativi di sicuro successo! Cara Valentina non farci aspettare troppo per il prossimo!

  4. davvero belli questi libri: lievi e ironici, dedicati ai bimbi ma gradevolissimi da leggere anche se si è adulti!!

  5. Conosco il libro, lo trovo molto diretto, parla un linguaggio che i bambini capiscono molto bene, fa piacere vedere che l’autore corrisponde alla bella idea che ti eri fatta di lui!
    Brava Valentina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*